vitofinocchiaro.vf65@gmail.com

DENTRO ALLE VISCERE DEL VULCANO – TRA MITO, LEGGENDA E REALTA’
La sensazione di scendere all'Inferno

L’Etna, A Muntagna come la chiamano le sue Genti, è un concentrato di miti, leggende ed intrecci culturali. Fin dalla notte dei tempi ha ammaliato gli uomini, avidi di scoprirne i suoi più intimi meandri e la sua misteriosa bellezza, alla ricerca di quel legame tra realtà e immaginario come viaggio introspettivo dentro l’anima. Tra le sue viscere fremono presenze oscure e sfuggenti, divinità occulte, giganti, maghi, fate e briganti. Il silenzio delle sue notti viene spesso squarciato dal faticoso ansimare di Efesto, che tra le buie cavità delle grotte forgia il ferro facendo innalzare al cielo lapilli di lava rossi e caldi come il sangue. Dentro alle sue orrifiche grotte, il terribile Gigante Encelado, che in quell’Inferno fu confinato per aver oltraggiato gli Dei dell’Olimpo, spalanca le fauci digrignando aguzzi “denti di cane” che nell’oscurità mostrano l’eterno tormento per la punizione ricevuta. Il suo respiro infuocato attraversa i meandri più profondi del Vulcano, investendo e travolgendo quanto si presenta dinanzi a quella dolorosa rabbia e risale fino alla vetta dove, sgorgando come un fiotto di sangue, tinge i fianchi della Muntagna e si espande lentamente sul suolo dell’isola dividendosi in lingue di fuoco simili a serpenti. Un terribile guardiano vigila su questi profondi baratri; i suoi latrati rintronano in quelle profondità; con gli occhi iniettati di sangue penetra nel buio, affinchè nessuno possa uscirne…è Cerbero, il mostruoso cane, custode degli abissi infernali…


Oltre ad essere, nell’immaginario collettivo, luoghi di misteri e leggende, le grotte dell’Etna, il vulcano più alto e attivo d’Europa, sono anche testimonianza di natura antropologica e oggetto di interesse scientifico e speleologico. La loro formazione ha origine dalle colate laviche, che scorrendo lungo i fianchi del vulcano, si creano percorsi paralleli. Esistono diversi meccanismi di formazione delle gallerie laviche. Quello più frequente avviene in presenza di flussi con una larghezza inferiore a cinque metri. In questo caso si formano argini laterali solidi, dovuti alla dispersione termica e alla minore velocità del flusso. Si crea, così, un canale all’interno del quale la lava scorre ad una temperatura di circa 1000°C. Questi argini possono crescere e diventare spessi e alti fino a convergere e saldarsi nella parte sommitale. Si tratta, però, di strutture delicate che possono essere distrutte e ricostruite diverse volte durante il corso di una stessa eruzione. Se il canale di lava è più ampio di cinque metri il meccanismo di formazione si sviluppa su due fronti. La parte esterna della colata, che di solito ha una temperatura compresa tra 1050° e 1150°, venendo a contatto con l’atmosfera, si raffredda e si solidifica, mentre all’interno il flusso, mantenendo il suo calore, continua a scorrere come se fosse in una galleria. Quando la colata comincia ad estinguersi e pertanto il flusso non riceve più energia, la condotta si svuota e lascia il posto ad una grotta di scorrimento lavico. Questi tunnel, così originati, vengono indicati con il nome di gallerie di svuotamento e sono tipici dei vulcani a magma basico e quindi relativamente fluido. Appena il livello della lava comincia ad abbassarsi cominciano a formarsi delle stalattiti, dette anche Denti di Cane, ossia gocce di lava solidificate che pendono dal soffitto delle grotte. Queste stalattiti si possono formare sia per rifusione di piccole porzioni del soffitto della galleria, se ha una superficie liscia e rossastra, sia per fluttuazioni verticali del livello lavico che fa attaccare le gocce di fuso al soffitto. Le stalattiti così formate sono nere e rugose. Se, invece,a seguito di un continuooscillamento del flusso dentro al tunnel si sono formati degli argini stratificati è possibile che alcune bolle di gas rimangano intrappolate tra i diversi strati. Quandoil livello della lava scende definitivamente, la pressione del gas crea alcune piccole esplosioni che formano degli involucri sulle pareti laterali. Lungo una sezione trasversale di un tunnel si possono osservare alcune mensole laterali che percorrono longitudinalmente tutto il tunnel. Esse si formano quando il livello della lava permane per diverso tempo lungo la fase didrenaggio. Due mensole possono incontrarsi e saldarsi fra di loroe formare una superficie che separa orizzontalmente il tunnel in due sezioni. Quando lo svuotamento, invece, è molto veloce alcuni strati di rivestimento internopossono ripiegarsi su sestessi formando rotoli di lava. All’interno di queste cavità quando la lava comincia a raffreddarsi, raggiungendo una temperatura di circa 50 gradi, si formano delle concrezioni effimere la cui composizione dipende dai Sali minerali presenti, come il salgemma e la thenardite, in base ai quali le concrezioni assumono colorazioni bianche con sfumature azzurre o giallo brillante se sono presenti ossidi di ferro e di rame.

Le grotte sono tra le più affascinanti attrazioni del vulcano Etna, che ne ospita oltre duecento e creano un paesaggio unico al mondoche evidenzia la forza di una natura possente, a tratti brutale ma anche mite e benigna.

INSIDE THE VOLCANO - BETWEEN MYTH, LEGEND AND REALITY
The feeling of going down to Hell

The Etna volcano, A Muntagna in Sicilian dialect, is a concentrate of myths, legends and cultural intertwining. Since the dawn of time it has captivated men, eager to discover its innermost meanders and its mysterious beauty, in search of that link between reality and imaginary as an introspective journey into the soul. Dark and fleeting presences, occult divinities, giants, wizards and fairies tremble among its innards. The silence of its nights is often torn by the laborious panting of Hephaestus, who forges the iron in the dark cavities of the caves, raising red lava to the sky and hot as blood. Inside its horrifying caves, the terrible Giant Enceladus, who in that Hell was confined for having insulted the Gods of Olympus, opens his jaws showing pointed "Dog's teeth" that in the darkness show its eternal torment for the punishment received. His fiery breath goes through the deeper meanders of the Volcano, investing and overwhelming everything that presents itself in front of the painful rage and goes up to the peak where, gushing like a stream of blood, dyes the sides of Muntagna and expands slowly on the ground of the island by dividing into tongues of fire like snakes.A terrible guardian watches over these deep chasms; its barking reverberates in those depths; with eyes injected with blood it penetrates into the darkness, so that no one can get out of it ... it is Cerberus, the monstrous dog, guardian of the infernal abysses ...

Besides being, in the collective imaginary, places of mysteries and legends, the caves of Etna, the highest and most active volcano in Europe, are also testimony of anthropological nature and object of scientific and speleological interest. Their formation originates from lava flows, which run along the sides of the volcano, creating parallel paths.There are several mechanisms of formation of lava tunnels. The most frequent occurs in the presence of flows with a width of less than five meters. In this case solid lateral levee are formed due to thermal dispersion and lower flow velocity. Thus a channel is created in which the lava flows at a temperature of about 1000 ° C. These banks can grow and become thick and tall until they converge and weld in the summit. However, these are delicate structures that can be destroyed and rebuilt several times during the course of the same eruption. If the lava channel is more than five meters wide, the training mechanism develops on two fronts. The external part of the casting, which usually has a temperature between 1050 ° and 1150 °, coming into contact with the atmosphere, cools and solidifies, while inside the flow, keeping its heat, continues to flow like if it were in a gallery. When the casting begins to die out and therefore the flow no longer receives energy, the pipeline is emptied and gives way to a lava flow cave.These tunnels, born in this way, are referred to as emptying tunnels and are typical of basic and therefore relatively fluid magma volcanoes. As soon as the lava level begins to fall, stalactites begin to form, also known as Dog's teeth, ie solidified lava drops that hang from the ceiling of the caves. These stalactites can be formed either by recasting small portions of the gallery ceiling, if it has a smooth and reddish surface, or by vertical fluctuations in the lava level that causes the molten drops to stick to the ceiling. The stalactites thus formed are black and wrinkled. If, instead, a continuous oscillation of the flow inside the tunnel has formed of the stratified banks, it is possible that some gas bubbles remain trapped between the different layers. When the lava level drops permanently, the pressure of the gas creates some small explosions that form blister on the side walls. Along a cross-section of a tunnel it is possible to observe some lateral shelves that run longitudinally across the tunnel. They are formed when the level of the lava remains for a long time along the drainage phase. Two shelves can meet and weld together and form a surface that horizontally separates the tunnel into two sections. When emptying, on the other hand, it is very fast some layers of inner lining can fold in on themselves forming lava rolls. Within these cavities when the lava begins to cool, reaching a temperature of about 50 degrees, ephemeral concretions are formed whose composition depends on the mineral salts present, such as rock salt and thenardite, on the basis of which the concretions assume colorations white with blue or bright yellow hues if iron and copper oxides are present.
The caves are among the most fascinating attractions of the Etna volcano, which hosts over two hundred and create a unique landscape in the world that highlights the power of a powerful nature, sometimes brutal but also mild and benign.

L’Etna, il vulcano più alto d'Europa, è un concentrato di miti, leggende ed intrecci culturali. Tra le sue viscere vengono collocate fin dalla notte dei tempi presenze oscure e sfuggenti, divinità occulte, giganti, maghi, fate e briganti. Dentro alle sue grotte si ha l'impressione di vedere la fucina di Efesto, il dio del fuoco.

Etna, the highest volcano in Europe, is a concentrate of myths, legends and cultural intertwining. Dark and elusive presences, occult divinities, giants, magicians, fairies and brigands have always been placed among its bowels. Inside its caves one gets the impression of seeing the forge of Hephaestus, the god of fire.
Vento, nuvole e gas trasformano il paesaggio sull’Etna in pochissimi secondi. Tutto diventa misterioso e surreale. La sensazione è quella di trovarsi davanti alle porte dell’Inferno.
Wind, clouds and gas transform the landscape on Etna in just a few seconds. Everything becomes mysterious and surreal. The feeling is that of being in front of the entrance to Hell.
Sul tetto delle grotte ci sono numerose stalattiti che hanno una forma aguzza e vengono chiamati Denti di Cane.

In the roof of the tunnel are many stalactites that have a sharp shape and are called Dog's Teeth.

Il Monte dei Morti. Un'imponente cupola lavica. Forme contorte, curve, simili a corpi agonizzanti che si muovono come se volessero sfuggire a un destino terribile. Quelli che sembrano cadaveri non sono altro che accumuli di colate laviche che sono state riversate in quella zona dopo l'eruzione dell'Etna del 1614-1624, la più lunga tra le eruzioni storiche del vulcano che ha interessato l'intero versante settentrionale.
The Mountain of the Dead. An impressive lavadome. Twisted forms, curves, similar to agonizing bodies that move as if to want to escape a terrible fate. Those that look like corpses are nothing but accumulations of lava flows that have been poured in that area following the eruption of Etna of 1614-1624, the longest among the historical eruptions of the volcano that affected the entire northern slope.

Una lepre mummificata dentro una grotta.
A mummified hare inside a lava cave.
Grotta dei Rotoli - Una parte del tetto è crollata creando una comunicazione con l'ambiente esterno.
Cave of the Rolls - A portion of the roof has collapsed creating a communication with the external environment.
Flusso di lava che nell'oscurità della notte scende lungo il fianco del vulcano come un viscido serpente.
Lava flow that in the darkness of night descends along the side of the volcano as a slimy snake.
Grotta dei Tre Livelli - E' la più importante grotta di scorrimento sul Monte Etna e si trova sul fianco meridionale del vulcano, la sua lunghezza totale è di 1150 metri con un dislivello di 304 metri. La parte superiore di questa cavità è molto inclinata raggiungendo i 40 gradi, una cosa inusuale per i tunnel di scorrimento dell’Etna ed anche nel mondo. L’ingresso si trova sulla volta del tubo superiore, che può essere percorso solo per pochi metri, prima che si unisca al livello intermedio. La fusione dei due tubi forma un salto di circa 6 metri. Qui è necessaria una corda.
Cave of the Three Levels - The entrance is on the vault of the upper tube, which can only be walked for a few meters, before it joins the intermediate level. The fusion of the two tubes forms a jump of about 6 meters. A rope is needed here.
L’esterno delle pareti delle grotte dell’Etna spesso hanno delle particolari colorazioni che dipendono dalle sostanze contenute nelle colate laviche.
Three Levels Cave – Outside of the walls of the Etna caves often have special colors that depend on the substances contained in the lava flows.
Quando le gallerie si svuotano velocemente alcuni strati di rivestimento interno possono ripiegarsi su se stessi e formare rotoli di lava.
When the tunnels quickly empty, some layers of inner lining fold over themselves and form lava rolls.
Nelle grotte di scorrimento lavico, dopo un periodo di tempo compreso fra pochi mesi e alcuni anni dalla fine dell’eruzione, si formano delle concrezioni di vario colore costituite sostanzialmente da sali di sodio. Queste concrezioni si formano quando l’acqua piovana si infiltra nella colata e porta in soluzione i sali di cui è molto ricca la lava nuova. Se l’acqua ricca in sali incontra una cavità con opportune condizioni di umidità e temperatura i sali vengono depositati formando le concrezioni.
In the lava flow caves, after a period of time between a few months and a few years from the end of the eruption, concretions of various colors are formed consisting essentially of sodium salts. These concretions are formed when the rainwater infiltrates the casting and brings into solution the salts of which the new lava is very rich. If the water rich in salts meets a cavity with suitable humidity and temperature conditions, the salts are deposited to form the concretions.
Stalattiti da rifusione, pendono dal soffitto come gocce; sono lunghe uno o due centimetri e sono spesso allineate in file parallele alla direzione di sviluppo della galleria.
Stalactites from recast, hanging from the ceiling like drops; they are one or two centimeters long and are often aligned in rows parallel to the tunnel's development direction.
Grossi massi di lava laterali creano la forma di una serratura.
Cave of the Three Levels - Lateral lava banks give rise to shaped sectionskeyhole.
Dentro alle grotte precipitano spesso alcuni animali che non riescono più ad uscire e rimangono li fino alla morte.
Inside the caves often fall some animals that can no longer exit and remain there until death.
All'interno delle grotte si crea un ambiente surreale e misterioso. Dall'oscurità sembra comparire l'occhio di un mostro che giace fra quei meandri.
Etna Caves - A surreal and mysterious environment is created inside the caves. From the darkness appears the eye of a monster lying among those meanders.
Grotta dei Tre Livelli – Zafferana, Etna Sud. Una grotta molto cara agli speleologi catanesi perché, data la sua complessità e i diversi livelli di difficoltà che si devono affrontare, viene usata come una palestra naturale per i corsi di avviamento alla speleologia.
Cave of the Three Levels - A cave very dear to the speleologists because, given its complexity and the different levels of difficulty that must be faced, it is used as a natural gym for speleology start-up courses.
Grotta di Serracozzo, altitudine 1840 metri. Un tunnel di lava generato durante l'eruzione del 1971. Questa grotta è contenuta in una fessura eruttiva e ha una forma di lucchetto con un'altezza di diversi metri e una larghezza di circa 3 metri. Sul tetto ci sono diverse aperture e il pavimento è fatto di lava di scoriacea. Nella sua prima parte le pareti sono opache ma in seguito hanno un aspetto vitreo.
Serracozzo Cave, altitude 1840 meters, a lava flow tunnel generated during the eruption of 1971. This cave is contained in the eruptive fissure and has a lock shape with a height of several meters and no wider than 3 meters. On the roof there are openings and the floor is made of scoriacea lava. In its first part the walls are opaque but later they have a glassy appearance.
Il tunnel intermedio, più grande di quello superiore, è caratterizzato dai molti massi sul pavimento. Pochi metri più avanti si trova un salto di circa 2 metri attraverso il quale si arriva al tunnel più basso.
Cave of the Three Levels The intermediate tunnel, larger than the upper one, is characterized by the many boulders on the floor. A few meters ahead is a jump of about 2 meters through which you get to the lower tunnel.
Grotta dei tre livelli - Sui massi delle gallerie si formano caratteristici concrezioni effimere il cui colore dipende anche dagli ossidi presenti.
Cave of the Three Levels-On the boulders of the tunnels are formed characteristic ephemeral concretions whose color depends also on the oxides present.
Quando lo svuotamento di un tunnel è molto veloce alcuni strati di rivestimento interno possono ripiegarsi su se stessi formando rotoli di lava. Con il tempo questi rotoli possono spezzarsi.
Cave of the Rolls - When the emptying of a tunnel is very fast some layers of inner lining can fold in on themselves forming lava rolls. Over time these rolls can break.

 

 

Back

2018 © vito finocchiaro

 

 

vito.finocchiaro@eikonculture.com